14 MAG 2017

“BS2R – Beyond Social Semantic Recommendation”: il social network aziendale

BS2R – Beyond Social Semantic Recommendation” questo il nome del progetto portato avanti da Consulthink, dal CRS4 e dal Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica dell’Università di Cagliari. Una piattaforma che unisce un motore di ricerca ad una rete sociale aziendale il cui scopo è duplice: migliorare le comunicazioni e la diffusione della conoscenza  tra i dipendenti di una stessa azienda e riuscire a gestire la sempre più enorme quantità di dati prodotti in ogni momento con cui ormai le imprese si confrontano. Sempre più frequentemente, infatti, si sta lavorando alla creazione di apposite piattaforme che non intendono soltanto supportare l’impresa nell’immagazzinare i dati, ma tramite algoritmi social-semantici, desiderano garantire, tanto delle conoscenze degli utenti quanto dei materiali condivisi, la qualità, l’affidabilità e l’autorevolezza e questa piattaforma di “Social Semantic Search Engine” a cui Consulthink sta lavorando, punta esattamente a questo.

Il suo funzionamento è semplice: in base alle ricerche ed ai comportamenti che degli utenti “autorevoli” e “fidati” eseguono nel web o sul repository documentale, questa piattaforma suggerisce loro dei contenuti “potenzialmente utili”. Questi utenti, a loro volta, ritenendo tali contenuti interessanti, li suggeriscono, in maniera esplicita o implicita ai propri contatti con i quali potranno condividere opinioni e pareri in maniera tale da facilitare la comunicazione aziendale interna. Tutto questo è possibile grazie alla capacità di tale piattaforma di sfruttare le più innovative tecnologie in ambito sociale e semantico.

All’interno dell’azienda, per poter usufruire di tale piattaforma, non sarà strettamente necessario  per i dipendenti essere iscritti ai classici social network come Facebook, Linkedin, Twitter in quanto la piattaforma è realizzata per perseguire finalità prettamente confinate in ambito aziendale: in altre parole in in realtà di dimensioni enterprise e non global. Tale piattaforma affonda le proprie radici nelle metodologie comunicative che trovano spazio nel dominio del computer supported collaborative work, ossia dal lavoro cooperativo assistito dal computer. La piattaforma permette di superare le problematiche e i limiti legati all’utilizzo delle reti sociali, in particolare per quanto riguarda l’accesso ai dati sotto il controllo di terze parti e le remore culturali associate all’impiego delle reti sociali in ambito business”.

La strada per vedere concluso tale progetto è breve, ha avuto inizio a maggio 2016 e si concluderà il 30 aprile 2018 ed ad oggi è stato realizzato circa il 30%.

Ultime news

Simple Share Buttons